DISCOGRAPHY

Lost battle against failure
(2012, AR Recordings 2017)

copertina

Lost battle against failure affronta il tema (tutto interiore ed espresso con suoni che simulano e recitano il ruolo delle pulsioni d’animo vissute) della perdita, intesa sia in senso di battaglia contro cause di forza maggiore che, soprattutto, come stato dell’anima in seguito a “battaglie perse contro il fallimento” di un’intera generazione senza colpe né responsabilità, senza speranze se non quella di un’esistenza completamente differente da quella oggettiva. Pur essendo prossimo ad un concetto unicamente metafisico, la lotta contro il tragico senso di fallimento è quanto di più umano si nasconda nella complessità delle sensazioni (già di per sé) puramente umane.

1.   2222 [Old song]
2.   1976 [Border]
3.   1974 [August]
4.   1960 [Shoot]
5.   1987 [My favourite countdown]
6.   1999 [Jumineus] pt I
7.   1958 [Clockwork]
8.   2007 [Distant]
9.   1984 [Artic]
10. 1999 [Jumineus] pt II

Running time: approximate 43 minutes.
Available on BandcampAmazonGoogle PlaySpotifyDeezer and CD

 

Glass
(2014, AR Recordings 2017)

Glass front

Glass aspira a una sorta di limbo dei sensi, una pace emotiva primordiale che non può più essere conservata una volta entrati in contatto con una realtà dei fatti moralmente traumatica, sconfortante e destabilizzante per l’individuo.
Violenze sia fisiche che intellettuali, stermini di masse e ideologie, disagi generazionali e crisi esistenziali sono tutti elementi racchiusi in un coacervo di suoni e pulsioni che mirano a vivere e tradurre il momento sotto forma di sfogo claustrofobico rivolto non tanto alla fragilità quanto alla frammentarietà dell’esistenza contemporanea, alla deflagrazione della personalità individuale in una miriade di identità possibili eppure mai realmente consolidate. Nella scelta tra l’uno e i mille “sé” permangono, in fin dei conti, oceani di oscura riflessione.

1. I
2. II
3. III

Running time: approximate 37 minutes.
Available in BandcampAmazonGoogle PlaySpotifyDeezer and CD

 

Wrinkles of a lifetime here
(AR Recordings 2016)

wrinkles

Wrinkles of a lifetime here è un extended play (ep) pubblicato prima dell’uscita di Diomede (2016) e contenente un brano estratto dall’album e tre inediti non inclusi in esso (di cui due rivisitazioni provenienti da brani di Brian Eno e Peter Broderick). 

wrinkles 1

1. Wrinkles of a lifetime here
2. By ths river variations (Brian Eno recreation)
3. Moment (Peter Broderick revisited)
4. Wooden house

Running time: approximate 12 minutes.
Available in BandcampAmazonGoogle PlaySpotifyDeezer and CD

 

Diomede
(Databloem 2016)

diomede

Diomede racconta una storia interiore fatta di consapevolezza dell’esistenza di una possibilità di dissoluzione, di uno scarto almeno emotivo ed esistenziale da un concetto di esistenza terrena prettamente materialistico e poco dedito a un necessario approfondimento su una condizione umana non per forza riconducibile unicamente a un “qui” e un “ora”.

L’album trae spunto dalle due omonime isole situate poco al di sotto del Circolo Polare Artico, Piccola e Grande Diomede, infatti, si trovano nel bel mezzo dello stretto di Bering ma, soprattutto, tra di esse passa la cosiddetta “linea di cambiamento di data”. Si tratta di una demarcazione immaginaria il cui versante occidentale conta una nuova data rispetto al suo opposto orientale. Pertanto, nonostante siano distanti soltanto pochissime miglia e perfettamente visibili l’una rispetto all’altra, tra Piccola e Grande Diomede passa un gap temporale di 21 ore. Perciò, malgrado la loro assoluta compresenza spaziale, tra le due isole corre una differenza temporale di un giorno. Se due persone, dunque, si trovano contemporaneamente e rispettivamente sulle due isole, saranno perfettamente compresenti in termini di spazio, ma l’una vivrà (anche se solo burocraticamente) il giorno successivo o precedente rispetto all’altra.

Da qui, nasce la metafora sprigionata dal disco: fisicamente si è costretti ad appartenere ad una contemporaneità; individualmente si può e ci si deve sentire liberi di scegliere il proprio tempo per non soccombere definitivamente a una condizione planetaria che rischia di divenire il solo ed unico metro di paragone e giudizio per intere vite terrene.

Qui tutte le info.

CD 1

1. A starting point is a point of no return
2. Admiring the white shore
3. Days are flowing
4. Everything is calling outside my window
5. I knew it in that fisherman’s shack
6. The seagull’s circular flight
7. A dot on my new blank page
8. Ships and ice between us
9. A walk on the bridge of the ship in the fog
10. Old tales around a table near the fireplace
11. At least it happened
12. The end of another useless day
13. I painted your name in yellow on the wood
14. Wrinkles of a lifetime here
15. The night swimmer
16. The rite of passage
17. 2,4 miles

CD 2

1. What it means to stand by myself in front of these walls
2. A scene from a movie never made
3. Finally I look upon the light
4. Any house does not survive for a long time
5. For an upcoming ending

Running time: approximate 120 minutes (2 cd).
Available on Bandcamp and 2CD

 

Diomede
(pictures and poetry book)

diomede libro

Narrazione per immagini e parole del percorso emotivo di dissoluzione interiore svolto nel doppio album Diomede.

Available on Amazon

Annunci